00 2/25/2018 8:20 AM
Siamo giunti al giorno della Ribot Cup, queste le schede degli allievi fantini partecipanti, partiamo dal più giovane non per questo meno talentuoso Sean Davis di anni 21 e annovera 15 successi in 300 corse viene dall’ Irlanda, suo connazionale un altro un altro allievo fantino forse più esperto del primo Gary Halpin ha all’attivo 89 vittorie su circa 1000 corse montate, dalla Gran Bretagna arriva Sebastian Woods, 11 vittorie su 195 corse al suo primo confronto internazionale, dalla selezione tedesca arriva uno nato nel nostro paese Nicola Sechi, italianissimo ma con patente tedesca, lavora in Germania, dalla Francia forse l’attrazione maggiore la donna fantino Mikaelle Michel 22 anni, ha iniziato a montare nel settembre dello scorso anno in 3 mesi ha vinto 17 corse, attualmente si trova in testa alla classifica dei fantini transalpini con 180 corse, il suo score ha bisogno di un aggiornamento giornaliero, per l’Italia abbiamo Dario Di Tocco giunto secondo nella precedente edizione e che non ha bisogno di presentazione il suo biglietto da visita sono le vittorie e i piazzamenti che ha conquistato nei vari ippodromi italiani, perfetto in sella nonché bravo è Rosario Mangione terzo classificato nell’edizione 2017 la classe non le manca e lo dimostra in corsa spesso andando a segno, Samuele Paladini debuttante in questa competizione altro bravo allievo fantino anch’esso ha già nel suo fardello un discreto numero di vittorie, questi giovani ragazzi disputeranno tre prove con punteggio in base ai piazzamenti o vittoria, sarà decretato vincitore di questo trofeo intitolato al grande campione degli anni ’50 Ribot rimasto tutt’oggi il purosangue leader in Italia e all’estero. Tutte le corse si disputeranno in pista grande, inizio alle ore 14,30 con il premio intitolato a Pier Vittorio Zaini titolare dell’omonima fabbrica per la lavorazione del cioccolato, un GR che la sua passione era così grande che è stato sulle pagine sportive ippiche per tutta una vita, altro handicap principale di notevole importanza è il premio Enrico Camici (fantino di Ribot) sui velocissimi 1200 metri per anziani, in chiusura abbiamo il premio Barbaricina altro handicap principale sui 1750 della pista grande anche questo premio per anziani, l’Alfea proporrà per intrattenere il pubblico la degustazione della zuppa con cavolo nero, oltre alla solita visita guidata per vedere cosa accade prima, durante e dopo una corsa sotto la direzione della Sig.ra Elisabetta Savelli e per finire il pomeriggio con Ippolandia ci presenterà giochi e passatempo per i più piccini, ora passiamo alla cosa che interessa di più chi legge queste poche righe:
1 14.30 - PR. PIER VITTORIO ZAINI - handicap ad in E 5.000 - mt 1750 - pista grande - Trio
1 RE MANFREDI 79 De.Fioretti 5
2 PUNTA DI DIAMANTE* 75½ F.Orti 6
3 BIG BRADON* 76 A.Ferramosca 2
4 BONNIE ACCLAMATION 74 Ri.Belluco 1
5 SCONTROSO* 70½ G.Baldicchi 3
6 JAKE IL PIRATA 70 Manu.Marchelli 4
apre le “danze” un premio intitolato a grande GR Pier Vittorio Zaini che fino all’ultimo si è cimentato in questo genere di gare e che spesse volte lo ha visto vincitore, il favorito è senz’altro nonostante il grosso peso è il numero (1) Re Manfredi, ma io gli preferisco il (2) PUNTA DI DIAMANTE, ben montato e potrebbe accampare giuste pretese anche il (4) Bonnie Acclamation
2-4-1

2 15.05 - PR. - e.7.700 handicap a inv E 5.000 - mt 1000 - pista grande - Trio
1 MISTER ARDEN A 66 Sa.Paladini 6
2 VIA GARIBALDI 61 Seb.Woods 4
3 ISOLINA 60 G.Halpin 2
4 MASCARPINO 59½ S.Davis 5
5 VIOLETTA FONG A 56 N.Sechi 1
6 CAESAR IMPERATOR 55 M.Michel
entrano in scena le giovani promesse del turf con questa prova sui 1000 metri della pista grande difficile corsa anche perché sappiamo poco chi è alla guida io preferisco il (5) VIOLETTA FONG sul (6) Caesar Imperatore il (2) Via Garibaldi
5-6-2


3 15.40 - PR. LIONS CLUB HOST PISA - condizionata E 13.200 - mt 1750 - pista grande - Trio
1 BELKHAB 55 F.Branca 7
2 BLU NAVY SEAL* 56 S.Sulas 3
3 MARCHINGONTOGETHER B 52½ M.Kolmarkaj 5
4 ROCK WINGS B 55 Cr.Di Stasio 4
5 SOUTHPARK* 54 M.Esposito 6
6 TUNES OF GLORY 55 C.Colombi 1
7 YOUAREMYBOY 54 L.Maniezzi 2
la terza gara è una condizionata sulla distanza dei 1750 metri il favoirito della gara resta il portacolori della Effevi (1) BELCHAB sul (6) Tunes of Glory del regista Mario Lanfranchi e per l’ultimo posto disponibile citerei unp della scuderia De Paola il (4) Rock Wings
1-6-4

4 16.15 - PR. ALEX PIOMBO - RIBOT CUP - handicap a inv E 7.700 - mt 1600 - pista grande - Trio
1 BERNARDINA 63 Sa.Paladini 3
2 THECORNISHASSASSIN 63 Seb.Woods 7
3 QUALITY MARMALADE* 62½ R.Mangione 8
4 CONSTANTINE 58½ M.Michel 4
5 EXCHANGE 57 G.Halpin 2
6 BILLY THE FLAG 56 N.Sechi 5
7 APPLE SCRUFFS 54½ S.Davis 6
8 PRENDEREOLASCIARE* 53½ D.Di Tocco 1
seconda prova della Ribot Cup, i concorrenti dovranno sfidarsi sul miglio di pista grande, abbastanza gettonato è il (2) Techornishassassin sul (3) Quality Marmalade e l’(1) Bernardina
2-3-1

5 16.50 - PR. ENRICO CAMICI - handicap princ E 27.500 - mt 1200 - pista grande
1 MUSA D'ORIENTE 63 R.Mangione 3
2 APACHE KID* 61 F.Branca 9
3 HARLEM SHAKE 61 L.Maniezzi 7
4 VINCENT VEGA 58 S.Sulas
5 INTO THE WILD* 55 S.Mulas 8
6 MORD C 54½ D.Porcu 1
7 PRAMANI C 53½ A.Satta 4
8 KAED 52½ G.P.Fois 2
9 CAMPANE DI FANO 52 G.Sanna 5
10 PORTA NUOVA 52 D.Di Tocco 6

11 HAPPY QUEEN 51 M.J.Sanna 10
siamo al premio Enrico Camici fantino del “grande” Ribot di cui tutto il mondo ne ha parlato e tutt’oggi è ricordato come il grande campione del galoppo nazionale ed internazionale, diversi aspirano e con buone possibilità a questo premio, buone possibilità le ha il (4) VINCENT VEGA sul (10) Porta Nuova e l’(1) Musa d’Oriente
4-10-1

6 17.25 - PR. SCUOLA ALLIEVI FANTINI - RIB - handicap a inv E 7.700 - mt 2000 - pista grande - Trio
1 SILLARO 68 PARTENTE NON 7
2 FREE PASSAGE 61½ G.Halpin 3
3 NOW AND NEVER 61½ M.Michel 6
4 WINDSURF DODA* 60½ R.Mangione 9
5 TITANIC BLOND 59½ N.Sechi 4
6 WOTAN* 58 D.Di Tocco 1
7 FICUS JODE 57½ S.Davis 2
8 POUR ME 56½ Sa.Paladini 8
9 UDINE 53½ Seb.Woods 5
ultima prova della Ribot Cup dopo questa gara verrà proclamato il vincitore o la vincitrice,la nostra speranza tifa italiano ma essendo sportivi potremmo anche ammirare le capacità degli altri giovani fantini, buone possibilità e vista anche la forma di scuderia le ha il (3) NOW AND NEVER montato dalla Mikaelle Michel della quale se ne sta parlando molto bene nel mondo ippico, ma non sarà così facile sbarazzarsi degli avversari fra i quali primeggia il (2) Free Passage e il (4) Windsurf Doda
3-2-4

7 17.55 - PR. BARBARICINA - handicap princ E 20.900 - mt 1750 - pista grande
1 NICE NAME E 63½ L.Maniezzi 12
2 BURGGRAF D* 59½ D.Di Tocco 9
3 BREATHING 58½ F.Branca 6
4 CITY OF STARS 58 G.Sanna 4
5 SCREAMING EAGLE 56½ R.Mangione 10
6 TRUMP'S MAGIC E 56½ Sa.Paladini 11
7 LINDER 55 C.Colombi 13
8 PRIVATE DANCER 55 S.Mulas 7
9 HIGH EXPLOSIVE D 54½ M.Esposito 1
10 DON AURELIO* 54 Gab.Cannarella(a) 8
11 STREETCORE 51 A.Fele 2
12 TRASPORTER 50 M.J.Sanna 3
13 CORRAL CANYON 51 A.D.Migheli 5
si chiude il convegno con il Premio Barbaricina dove il noto scrittore pisano Renzo Castelli in un suo libro l’ha definita la Newmarket italiana, magari prima che l’edilizia prendesse il sopravvento, il gaspariniano (1) Nice Name se la giocherà con tutte le sue forze, all’opposizione vedo un altro targato Gasparini il (4) City Star visto un po’ in ombra nell’ultima prestazione su questa pista ma penso che oggi farà una bella corsa degna della giubba che indossa, per chiudere cito il (7) Linder il dormelliano dopo aver spaziato per due volte consecutive anche se la distanza era di 1800 metri oggi è 50 metri meno rimane pur sempre il cavallo da battere
1-4-7